Lesione dei legamenti

Le lesioni dei legamenti del ginocchio sono spesso causate da eventi distorsivi/traumatici e possono interessare i legamenti del compartimento centrale (legamenti crociato anteriore-LCA e posteriore-LCP) o dei compartimenti mediale/laterale (legamenti collaterali mediale-LCM e laterale-LCL) del ginocchio. Il danno a carico dei legamenti può consistere in una piccola lesione, uno sfibramento o una rottura netta. Si verificano più frequentemente negli sportivi che, durante l’attività sportiva, possono sollecitare il ginocchio in rotazione e flessione con il piede fisso al suolo e negli anziani in seguito a cadute.

Segni e sintomi: a seconda del grado della lesione il paziente potrà riferire dolore e impotenza funzionale più o meno intensi (nelle lesioni più gravi il paziente di solito avverte un’importante instabilità del ginocchio). Il ginocchio può presentarsi in flessione ed essere gonfio.

Diagnosi: clinica, attraverso la visita medica e l’esecuzione di test di lassità legamentosa che permettono di stimare il grado di gravità della lesione; strumentale, attraverso l’esecuzione di una radiografia del ginocchio e soprattutto della RM che fornisce informazioni sul danno anatomico delle strutture.

Trattamento: Nelle lesioni di I-II grado del LCM o del LCL, immobilizzazione in tutore seguita dalla fisioterapia e terapia strumentale (tecarterapia, laserterapia, laser hilt). Nelle lesioni di III grado del LCM, immobilizzazione in tutore, astensione dal carico sull’arto infortunato seguite dalla fisioterapia e terapia strumentale (tecarterapia, laserterapia, laser hilt). Lesioni complete del LCA vengono trattate chirurgicamente nei soggetti giovani e negli sportivi mentre le lesioni incomplete vengono trattate conservativamente con la fisioterapia. Lesioni del LCP vengono solitamente trattate conservativamente con la fisioterapia incentrata su esercizi di rinforzo muscolare del muscolo quadricipite, in caso di lesioni gravi si ricorre al trattamento chirurgico.

Lesioni legamentose di grado elevato non correttamente identificate o trattate possono condurre a lassità cronica con costante sensazione di instabilità a carico del ginocchio.