PATOLOGIE TEMPORO-MANDIBOLARI

Le patologie temporo-mandibolari sono condizioni che determinano disfunzioni dell’articolazione tra la mandibola e l’osso temporale (ATM) con comparsa di dolore al volto e alla testa con possibile estensione anche ai muscoli masticatori e ad altri muscoli del capo (cervicali e occipitali).

Segni e sintomi: Al dolore si associano solitamente una difficoltà ad aprire correttamente la bocca e tensione ai lati del viso soprattutto al risveglio. Altri sintomi includono la limitazione dei movimenti dell’articolazione, la presenza di uno “scatto”, dolore o rigidità del collo che si diffonde alle braccia, vertigini, dolore o sensazione di otturazione alle orecchie e disturbi del sonno.

I disturbi temporo-mandibolari possono essere causati da traumi della mandibola, del rachide cervicale, della testa, artrosi dell’ATM, malocclusione, incoordinazione condilo-discale, otturazioni dentarie, bruxismo, disturbi d’ansia.

Diagnosi: clinica, attraverso la visita medica/odontoiatrica; strumentale, con l’esecuzione di rx, RM o TC a seconda del sospetto clinico.

Trattamento: apparecchio dentale (bite), farmaci antinfiammatori, terapie strumentali (ultrasuoni, biofeedback, TENS, laserterapia, laser hilt) e agopuntura per ridurre il dolore e la tensione muscolare e la rieducazione motoria con esercizi di stretching dei muscoli mascellari e del collo, rieducazione posturale.