Fratture del braccio

Le fratture del braccio sono eventi caratterizzati dall’interruzione della continuità dell’osso. Interessano più frequentemente l’estremità superiore dell’omero e sono più comuni nelle donne in relazione alla presenza di osteoporosi. Nell’anziano le cause più frequenti sono le cadute accidentali, nei giovani sono rappresentate soprattutto dagli incidenti stradali.

Possono associarsi a lesioni del nervo radiale (soprattutto le fratture scomposte).

Segni e sintomi: dolore spontaneo accentuato dai tentativi di muovere l’arto e importante limitazione della funzionalità. Il braccio si presenta di solito gonfio e può essere deformato.

Diagnosi: clinica e radiografica attraverso l’esecuzione di una radiografia del braccio interessato.

Trattamento: Conservativo con fasciatura o chirurgico con fili percutanei, chiodi o placche a seconda del tipo di frattura., eventualmente supportata dalla terapia strumentale (magnetoterapia, onde d’urto).