Pavimento pelvico

E’ rappresentato da un gruppo di muscoli che chiude in basso il bacino e svolge due importanti funzioni:

  • è responsabile della continenza di urine e feci;
  • è responsabile del mantenimento della corretta posizione degli organi pelvici, quali utero, vagina, vescica e retto.

Le alterazioni possono essere la conseguenza di un insieme di fattori ed avvenire in particolari fasi della vita del paziente:

Menopausa

nella vita di una donna produce importanti cambiamenti ormonali che si riflettono su diversi aspetti della sua salute:

  • L’invecchiamento progressivo causato dal termine della produzione ormonale può determinare alterazioni come incontinenza urinaria e/o fecale, prolasso genitale e anomalie della sessualità;
  • L’atrofia muscolare causa ulteriore indebolimento;
  • L’alterazione del collagene di tutte le strutture di sostegno, incluse quelle di organi quali utero, vagina, vescica e retto;
  • L’elasticità dei legamenti diminuisce;
  • La secchezza vaginale può rendere i rapporti sessuali più dolorosi.

Gravidanza e Parto

Due eventi che mettono a dura prova l’integrità del pavimento pelvico:

  • Variazioni ormonali che rendono le strutture più lasse;
  • Cambiamenti nell’ assetto posturale e peso del neonato;
  • Travagli e parti complicati, con ricorso ad episiotomia, lacerazioni e/o utilizzo di ventosa;
  • Diastasi dei retti addominali con conseguente rilassamento della parete.

Sport:

La pratica frequente e intensa di alcune attività sportive, sia negli uomini che nelle donne come ad esempio:

  • Sollevamento pesi
  • Pallavolo
  • Basket
  • Salto in alto , salto in lungo

Possono determinare un aumento ripetuto della pressione all’interno dell’addome con un possibile conseguente indebolimento della muscolatura del pavimento pelvico con riduzione della sua funzione di sostegno del bacino e degli organi pelvici, se protratti a lungo nel tempo

 

LA RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

La valutazione della disfunzione e il percorso terapeutico da seguire, avviene da parte di una figura professionale sanitaria esperta in Riabilitazione del Pavimento Pelvico: è possibile rivolgersi alla nostra fisioterapista specializzata, laureata anche in ostetricia, che si avvale del supporto del medico ginecologo. Anche l’urologo e l’ostetrica possono intervenire nella valutazione della problematica.

La riabilitazione è un valido supporto nella cura delle patologie di questo distretto:

  • Miglioramento del dolore lombare grazie al corretto allineamento del bacino e del perineo e, quindi, della postura
  • Maggior controllo sui muscoli del perineo durante lo starnuto e/o il colpo di tosse
  • Maggiore consapevolezza del processo del parto
  • Preparazione pre-chirurgica per migliore esito post-chirurgico con velocizzazione dei tempi di recupero
  • Recupero del piacere sessuale

Grazie alla riabilitazione il paziente viene educato alla gestione delle sue problematiche nella quotidianità e diventa consapevole dei corretti movimenti da effettuare per la prevenzione di ricadute .